· 

I classici fiori di zucca in pastella!

 

Prima di tutto non bisogna dimenticarsi di mettere i fiori di zucca in un vaso  d'acqua appena acquistati, così da evitare che appassiscano e per farli aprire bene. Comunque decidiamo di cucinarli entro due giorni.

I fiori ripieni si possono fare in molti modi, io ho scelto di imbottirli con della mozzarella, da tagliare e lasciare scolare bene, dei pomodorini secchi e della rucola.

Mi raccomando, ricordatevi di togliere il pistillo all'interno del fiore perché è amarognolo e di lasciare un po' di gambo per poterli girare facilmente nella frittura.

 

 

 

Andiamo a riempire i fiori con un pezzo di mozzarella, dei pezzetti di pomodoro e la rucola tritata.

Ora prepariamo la pastella: mettiamo in una ciotola 100g di farina (io ho usato della semola rimacinata) con un pizzico di sale e un uovo, poi ci versiamo sopra, mescolando con la frusta, 220g di acqua frizzante molto fredda. Dovremmo ottenere una pastella non troppo liquida in modo da ricoprire bene i fiori di zucca.

Ora, aiutandoci con due cucchiai, uno per tenere il fiore e uno per prendere la pastella, ricopriamo per bene tutto il fiore e lo immergiamo nell'olio (di semi) bollente.

Per vedere se l'olio è a temperatura basterà prendere un po' di pastella e buttarla nell'olio e se frigge venendo a galla è OK.

 

Dobbiamo far friggere i fiori di zucca per due/tre minuti per lato o comunque fino a che non diventano belli dorati.

Cerchiamo di consumarli ancora caldi per apprezzarne il gusto e la croccantezza, anche se tiepido non sono da buttare.

Se abbiamo fatto molti fiori imbottiti e abbiamo finito l'olio o la pastella, possiamo sempre cucinarli in forno, anche il giorno dopo. Li metteremo in una pirofila di vetro a strati e tra uno strato e l'altro ci metteremo del formaggio grattugiato e dell'olio evo.  Poi li inforneremo per 20 minuti a 180°C.

 

Questo è tutto da vostro Agri Chef Emy!

Scrivi commento

Commenti: 0